Convegno alla Lumsa ConfimpreseItalia RomaAreaMetropolitana disegna nuovi scenari per la città

Turismo, Roma tra crisi e nuovi progetti

Si è parlato di turismo a Roma nel convegno organizzato da Confimprese Roma Area Metropolitana lo scorso 13 febbraio presso l’Università LUMSA di Roma, se ne è parlato con spirito costruttivo e propositivo pur partendo da una analisi dell’attuale scenario che non fa onore ad una capitale. Principale obiettivo degli organizzatori era essere al fianco dei pubblici esercizi che accettano la sfida dimettersi in gioco per rinnovare la cultura dell’accoglienza e riportare Roma in vetta alla classifica delle città più visitate almondo. Si sono succeduti al tavolo dei relatori, moderati dal giornalista de Il Messaggero Mauro Evangelisti, vari esperti per trovare ricette per accompagnare la Città verso una nuova immagine internazionale. Cesare Pambianchi, presidente di Confimprese Roma Area Metropolitana, nel suo discorso di apertura dei lavori ha posto particolarmente l’accento sullo stato di “salute” di Roma, e su come la stessa sia percepita all’estero. Ed ancora ha proceduto a fare una elencazione delle opere incompiute della capitale con conseguente spreco per le casse pubbliche ed anche conseguenti ritardi nello sviluppo possibile della Città. <<Roma non ha problemi di flussi turistici>> con queste parole il Preside di Economia della Università degli Studi Internazionali di Roma ha aperto il suo intervento facendo poi una precisa disamina dei dati relativi al turismo nella capitale ed alla sua comparazione con altre capitali internazionali. Secondo i dati ISTAT nel 2017 la provincia ha registrato oltre 10 milioni di arrivi e circa 30milioni di presenze, di cui il 67% provenienti da turisti stranieri, segmento nel quale la capitale ha assorbito nello stesso anno il 9% del turismo internazionale del nostro Paese. Questi dati hanno portato Roma a detenere il quarto posto tra le capitali europee, dopo Londra (che nello stesso anno ha fatto registrare circa 80 milioni di presenze), Parigi (48milioni) e Berlino (31milioni). Le reali questioni del turismo della Capitale riguardano la permanenzamedia e la spesa procapite…